Emozioni di un commerciante di Sinigaglia

Le note sono quelle di "A whiter shade of pale" e nella stanza mansardata adibita a magazzino di dischi (in vinile ) trascorrono lentamente le ore di un pomeriggio piovoso e di una domenica sottratta al lavoro. Chiunque faccia i mercatini dell'antiquariato piuttosto che delle pulci, e ne abbia una certa dipendenza, comprende perfettamente il senso di inutilità che si prova a non essere operativi , si viene ad interrompere quella continuità che da sicurezza ed anche una piccola soddisfazione economica (non molto).

Questo brano più che altri, oggi è centrato, in sintonia con i pensieri che approdano ad un lontano passato quello della gioventù per intendersi, quello dei grandi entusiasmi, e dello spirito rivoluzionario, eternamente in confronto con la società, con le ingiustizie,con i principi morali ed etici che ognuno di noi possiede.
Questo è quello che mi salta in mente dopo aver passato una settimana....... (rimetto il disco, i 33 giri non durano più nulla, o le mezz'ore passano troppo in fretta)....... All'insegna della lotta sociale contro l'ingiustizia, gli stessi sentimenti che vivevo 40 anni fa, mi son trovato a riprovare le stesse belle emozioni, un salto nel passato fatto di comizi di riunioni di attivismo, all'epoca politico, ed ora in difesa del diritto al lavoro.

 Gli scenari non cambiano, non cambiano mai: i grandi sognatori passionari eternamente alla ricerca della giustizia da un lato e l'oppressore, il burocrate, colui che ignora le difficoltà del comune cittadino, i suoi più elementari bisogni dall'altro. In mezzo mettiamo come in una collocazione Dantesca i Difesi, coloro per cui il romantico rivoluzionario lotta strenuamente, ma che non riesce a motivare a caricare con quella necessaria energia da coinvolgerli in questo confronto.
Questo è quello che è successo durante questa settimana, il Comune di Milano sposterà dall'attuale posizione in Fiera di Sinigaglia un gruppo considerevole di commercianti per permettere una manifestazione di serie A......Non curandosi minimamente delle necessità di questi esseri umani di serie Z. Il gruppo di pasciuti burocrati dalla suina morfologia ha stabilito a tavolino che il luogo sistemato di recente per abbellire la Fiera debba essere sgombrato dai commercianti della Fiera per permettere la realizzazione della settimana del Mobile (manifestazione di serie AAA - Gold Card).

Appena venuti a conoscenza del fattaccio, i commercianti si son riuniti in gruppetti o capannelli ognuno di loro ipotizzava uno scenario da film drammatico dal "non porterò a casa nemmeno i soldi per coprire le spese, figuriamoci per la spesa!!", al più colorito "io spacco tutto", non manca il "mi incateno " per finire con il "non mi avranno vivo" :--)))
A coordinare questa babele di pensieri ma non di azioni, è intervenuta l'associazione Fiera di Sinigaglia , di recente costituzione, e finalizzata a rivalutare sotto l'aspetto commerciale, sociale, sindacale e culturale la fiera.

Ci siamo recati di buona lena in Comune, per protocollare le nostre osservazioni in merito allo spostamento ed abbiamo portato una documentazione di disappunto in Commissione Commercio nel giorno di mercoledì, ci siamo adoperati con celerità per rimanere entro i tempi imposti dall'Amministrazione (una settimana per le controproposte e osservazioni), e con altrettanta celerità L' AMATO Comune ha risposto, come dice Eleonora, "picche".
Il sabato della fiera, doveva essere il sabato dell'assemblea, il sabato della grande partecipazione, della rivoluzione, del "li facciamo neri" :-))
Grande il mio entusiasmo mattutino, fatto anche la barba, o cercato invano l'eskimo, ma sarà in qualche vecchio cassone,va bene anche il cappotto nero al limite alzo il bavero.

Alle 6.00 porto con entusiasmo una cartelletta di volantini al mercato ove come la gerarchia di comando impone consegno al mio subalterno "Michele o' pazzo" il prezioso materiale divulgativo, ben 150 volantini vengono consegnati agli assonnati espositori con l'obbiettivo di creare un'assemblea per le ore 13.00 in un determinato luogo (spiazzo prospiciente il bar del paninaro)

All'ora prevista, chiudo il banco e mi precipito con l'entusiasmo di un adolescente nel punto zero dove è convocata la grande assemblea .........(Metto un altro disco ...si si ....Bob Dylan da Pat Garret and Billy the Kid...knocking haven the door.... Altro bel 33 giri storico).
Alle 13 incontro Eleonora è già arrivata e ha fatto tempo a comunicare ad alcuni ambulanti ai quali non siamo riusciti a dare il volantino che c'è la riunione.
Siamo nel punto riunione, da sognatore attendo l'arrivo di una moltitudine di commercianti che folti come le messi di giugno giungono a noi per apprendere il verbo :-))
La più seria e disincantata Eleonora al raggiungimento del decimo partecipante mi dice: "Possiamo cominciare!!".
Così inizia la nostra assemblea, i Difesi sono in 10/12 compresi il nipotino di un commerciante, Eleonora relaziona l'accaduto e con ottima capacità comunicativa spiega come si dovrebbe operare in futuro per avere più peso e rappresentanza nei confronti dell'amministrazione, si ipotizza un presidio di protesta con presenza della stampa davanti a palazzo Marino (piazza della Scala).

Alcuni presenti fanno considerazioni inerenti più alla propria attività e alla propria vita, che all'obbiettivo comune della piazza (come al solito prevale il sentimento del mangiato io mangiato tutti). Non è cambiato nulla come 40 anni fa, tutto come 40 anni fa, non è cambiato nulla.
A volte penso che sia proprio della genetica umana l'esser più propensi al comando o alla sudditanza, l'essere altruisti o egoisti in una casualità incontrollabile e che a volte delude il sognatore...............
Fa niente!! Continuiamo per una nostra voglia personale per le emozioni che ciò comporta a sognare il miglioramento di noi stessi e del genere umano.
Cerchiamo di approfittare di questa grande crisi, è una meravigliosa occasione per cambiare.

Fuori continua a piovere........Dylan è quasi alla fine......ed è arrivato mio nipotino Jacopo
Torna a fare il nonno .

Share
 

Credits

Sito realizzazto da: Web2e

Sei qui: Home Blog Emozioni di un commerciante di Sinigaglia